KUNG FU PANDA (2008)

Chi è Po? Po è tutti noi e tutti noi siamo Po! Dovete sapere che è impossibile non vedere una parte di noi in Po, ad esempio, il vostro nemico sono le scale? Mangiate quando siete sconvolti? Cercate anche voi la vostra pace interiore? Avete un grande sogno che conservate dentro il cassetto? Allora questo è il film che fa per voi!!!

La storia di “Kung fu panda” è molto semplice, come protagonista abbiamo un grosso panda di nome Po che sogna di diventare un maestro del kung fu e combattere insieme ai 5 cicloni (Tigre, Scimmia, Mantide, Gru e Vipera) proteggendo e difendendo la Cina, al momento sembra solo un sogno completamente irrealizzabile visto che si trova costretto ad aiutare suo padre (un’oca) al ristorante di famiglia. Un giorno il destino del nostro Po cambierà. Tra il cast di doppiatori originali del film troviamo Jack Black (Po), Angelina Jolie(Tigre),Dustin Hoffman(maestro Shifu),Jackie Chan (Scimmia).Possiamo dire che Jack Black è Po o Po è Jack Black visto che è stato Black a creare e dare vita al personaggio di Po con la sua voce, in più visto che l’attore è un grande appassionato di musica, in particolare quella rock ha contribuito a creare la canzone “Kung fu Fighting” (che io adoro) dandone poi voce , come dice lo stesso Po “miticissimo!”. “Kung fu panda” fa ridere e tanto, è un film d’animazione ritmato con molta azione, non ci si annoia di certo, ma ha anche attimi di riflessione con tante pillole di saggezza, dovete sapere che Po si sente letteralmente un fallito, non crede in sé stesso, vede solo il meglio negli altri, crede di non essere il guerriero dragone (Spoiler), che il maestro Oogwey abbia sbagliato, che sia stato un caso ma come dirà il maestro Oogwey “il caso non esiste”! Consiglio di vedere Kung fu panda a tutti gli adulti e i piccoli insieme perché troppo spesso ci dimentichiamo di noi stessi lasciando spazio alle critiche, a tutte quelle persone che ci fanno male e ci feriscono dentro convincendoci che non siamo adatti, che siamo diversi, che non dobbiamo stare in quel posto, che ci fanno sentire sostanzialmente ingombranti arrivando poi a non credere più in noi stessi. Ecco questo film vi assicuro vi farà bene al cuore (anche se non vi siete mai sentiti così). Po è un panda ma riesce a incarnare tutti quei pensieri, sensazioni ed emozioni che appartengono a noi umani, si sente insicuro, diverso, ma grazie al kung fu scoprirà una parte nascosta di sé, quella parte che lo rende unico e originale, quella parte che lo rende semplicemente Po perché, “non esiste un ingrediente segreto, per rendere una cosa speciale devi solo credere che sia speciale” . Siamo noi l’ingrediente segreto! È questo a rendere umano Po e ovviamente “Kung fu panda”. Chiudo con una frase famosa di questo cartone detta dal saggio maestro Oogwey “Mollare non mollare, spaghetti non spaghetti, ti preoccupi troppo di ciò che era e ciò che sarà. C’è un detto ieri è storia domani è un mistero ma oggi è un dono per questo si chiama presente”